mercoledì, marzo 28, 2007

Le primarie di Progetto Mirabella e le prossime elezioni di M.Neuland

Cari bloggers,

il Progetto Mirabella ha lanciato la sua sfida per le prossime elezioni amministrative. Come qualcuno di voi ricorderà questo nuovo soggetto politico, nato per volontà delle segreterie locali di AN, FI, era stato presentato agli elettori nello scorso dicembre.

Sabato 24, nella sala principale del cinema moderno divenuto ormai una vera e propria arena della politica, il Progetto Mirabella ha celebrato la sua “chiamata alle armi” degli elettori e dei simpatizzanti presentando alla cittadinanza le elezioni primarie dei suoi candidati a sindaco.

Tocca al segretario di AN fare da gran cerimoniere aprendo la serata presentando ai cittadini le elezioni primarie di Progetto Mirabella (N.d.r. :che si terranno Domenica 1 Aprile presso i locali del ristorante “la Rotonda”) dopo aver salutato le altre personalità presenti sul palco. L’intervento del Cucinella inizia introducendo i due candidati alle primarie ovvero G. Aranzulla e V. Marchingiglio. I due candidati hanno estrazione differente in quanto il primo fa riferimento alla società civile, mentre il secondo è il candidato politico che fa riferimento al partito di maggioranza relativa (AN).

Di seguito al segretario di AN è il professore Tigano ad infiammare la platea iniziando il suo intervento con una premessa fortemente critica sull’azione dell’amministrazione attualmente in carica. Ricordando a tutti gli esponenti politici presenti la necessità del massimo rispetto per gli alleati di coalizione e il totale disaccordo di FI a qualunque tipo di ribaltone chiude il suo intervento affermando che FI voterà alle primarie per il candidato politico.

Il terzo intervento è quello del segretario dell’UDC che ribadisce la necessità di una nuova amministrazione locale a carattere politico che abbia riferimenti certi a livello istituzionale. Nel suo intervento il Brighina cita il consigliere S.Di Dio come esempio di coerenza politica e di fedeltà al mandato elettorale, dimenticando di citare gli altri esponenti UDC in consiglio comunale. (Lo stesso segretario definisce “grande” il presidente della Regione Cuffaro… ,dopo questo intervento la temperatura in sala si è notevolmente raffreddata…).

Dopo il segretario UDC, è il turno del segretario locale del MPA. Lo stesso esordisce citando l’operato della attuale Amministrazione asserendo che la stessa si è solo occupata di gestire gli affari correnti. Il Gagliano passa poi ad illustrare alcune idee del programma che sarà incentrato su una maggiore attenzione agli anziani, ad un recupero della produttività della classe impiegatizia comunale, al miglioramento della viabilità. Il segretario dell’MPA conclude dicendo che per le primarie il suo partito lascia liberi i propri elettori, garantendo lo stesso appoggio ad entrambi i candidati.

Dopo i segretari di partito è il turno degli ospiti. L’inizio è al calor bianco con l’intervento dell’ingegnere Penitente. Quest’ultimo richiama l’attenzione dei presenti sul fatto che l’unità dei partiti della CDL è importante ma tale unione deve essere perseguita con coerenza. Lo stesso sostiene che il Progetto Mirabella corre il rischio di divenire un calderone accogliendo tra le sue file troppi arrivisti politici. In definitiva richiama gli alleati di coalizione alla massima attenzione nella compilazione delle liste elettorali e conclude manifestando il suo dissenso al progetto delle primarie motivando questa posizione con il fatto che PM nasce da un accordo politico tra partiti e non da un movimento cittadino.

Il secondo ad intervenire come ospite è il giovane rappresentante UDC F. Granato. La verve è polemica, il tono comiziale. Il rappresentante UDC attacca l’attuale amministrazione per aver lasciato il bilancio comunale in dissesto e dichiara che per quanto lo riguarda presterà massima attenzione al programma amministrativo ed alla sua attuazione con particolare riferimento all’attenzione verso gli anziani, i giovani, e verso la sicurezza dei cittadini.

L’ultimo degli ospiti a prendere la parola è G. Di Stefano, stimato rappresentante di AN, che auspica per il paese un amministrazione sana e responsabile ed una maggiore concordia tra gli avversari politici che non devono essere considerati dei nemici.

La fase finale della serata inizia con l’intervento del candidato alle primarie G.Aranzulla. L’Aranzulla inizia il suo discorso asserendo che il principale problema della comunità mirabellese è costituito da un profonda spaccatura socio-culturale esistente tra le categorie cittadine. Riferendosi al precedente intervento di Penitente ribatte che i problemi della politica si risolvono con il cuore e con la testa, infine chiude dicendosi assolutamente contrario alla vecchia politica delle spartizioni e degli accordi sottobanco.

A seguire tocca all’altro candidato alle primarie V. Marchingiglio. Questo ultimo inizio il suo intervento dicendosi sicuro che il candidato che vincerà le primarie sarà anche il prossimo sindaco. Il Marchingiglio ritiene che la creazione di nuovi posti di lavoro sia un esigenza primaria per la comunità e per realizzare questo obbiettivo intende riattivare la microeconomia locale recependo nuovi finanziamenti pubblici da ottenere anche con un maggiore raccordo con le istituzioni sovracomunali.

Dopo i candidati alle primarie tocca ai due padri nobili della serata concludere l’avvenimento. Comincia l’ospite della serata ovvero l’Assessore Siciliano.

Nel suo intervento il Siciliano precisa che l’alleanza presentata agli elettori è prettamente politica ed ha natura strategica. Per quanto riguarda gli aspetti programmatici l’assessore Siciliano prospetta per il paese uno sviluppo dell’agricoltura locale con l’acquisizione di marchi D.O.P. e invita i due candidati alle primarie ad un meeting con gli iscritti dell’MPA per meglio esporre la loro piattaforma politica.

In seguito al leader del MPA tocca all’assessore Falcone tirare le somme della serata. Il Falcone inizia ringraziando gli attuali consiglieri del centro destra in consiglio comunale per il lavoro svolto fino oggi. Inoltre l’assessore di AN ringrazia il Siciliano per la disponibilità al dialogo costruttivo riscontrata durante la costituzione dell’alleanza di centro destra. Per lo sviluppo della cittadina l’assessore fa riferimento all’adozione di provvedimenti di fiscalità di vantaggio a supporto della attività di impresa e auspico un ottimo raccordo con l’ASI distrettuale per sviluppare convenzioni ed infrastrutture. Ricordando agli alleati che le primarie di Progetto Mirabella sono anche una verifica dell’appeal della coalizione verso la gente saluta l’assemblea augurandosi che la prossima campagna elettorale sia combattuta ma scevra da episodi di odio politico.

La lunga kermesse di PM permette di fare alcune considerazioni. Il locale leader di AN, ovvero l’assessore Falcone, è determinatissimo a vincere le prossime elezioni amministrative e per ottenere il suo scopo articola la sua strategia in almeno tre mosse.

Innanzitutto allarga l’alleanza di Progetto Mirabella con il più forte (in provincia) ed il più credibile (per i mirabellesi del centro destra) dei suoi potenziali alleati, ovvero con l’assessore Siciliano.

Secondariamente, unifica dentro un nuovo soggetto politico tutta la CDL locale senza andare troppo per il sottile, nei fatti, assorbendo quella parte di UDC che allo stato attuale in consiglio comunale vota per i DS.

Infine, da ai suoi elettori la possibilità di scegliere tra due candidati a sindaco, rendendo gli stessi partecipi all’indirizzo politico della potenziale futura giunta.

A compendio di quanto detto, non potendo, l’assessore Falcone, essere certo della forza dei suoi candidati a sindaco, dato che l’ Aranzulla non viene dalla “nomenklatura” di partito mentre il Marchingiglio è gia sceso 5 anni fa in agone politico con i risultati che già conosciamo, l’assessore provinciale gioca la carta della legittimazione popolare per rendere più forte il suo candidato e per misurare anche la presa sulla gente della sua coalizione.

Resterà da verificare a elezioni terminate il comportamento dei consiglieri in quota all’MPA in merito a questioni politicamente spinose, data la natura intrinsecamente “autonomista” di questa formazione politica e data l’esistenza di personalità dello stesso partito che sembra avranno un ruolo di primo piano nel listone dei DS.

Infine non si può ritenere trascurabile, per le stesse ragioni, la posizione che assumerà la minoranza interna di PM (a cui l’ingegner Penitente ha dato voce) sia per le primarie che per le elezioni cittadine, considerando che questo ultimo ha fatto esplicito riferimento alla compilazione delle liste elettorali.

In definitiva cari lettori, mare forza sette, il guanto di sfida del centro destra è stato lanciato e staremo a vedere chi lo raccoglierà per i DS.

Max Neuland

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Siamo alla follia! L’intervento del rappresentante UDC (segretario?) è semplicemente sconcertante e ridicolo. Come si può definire coerente e fedele al mandato elettorale chi subito dopo l’insediamento, appena ottenuto il voto per la carica di vice presidente del C. C. si è dichiarata appartenente a F. I., in contrasto con i patti elettorali precedentemente stipulati; a fine mandato sta con un piede a destra e con uno a sinistra e, fino ad oggi, percepisce l’indennità di carica di vice presidente del C. C. con i voti dei consiglieri comunali della sinistra? Oppure bisogna difendere qualche scambio di favore o peggio ancora scambio di voto?

Sig. Brighina perché prima di dare giudizi sulla coerenza, fedeltà (oppure opportunismo) di questa consigliere comunale non spiega i motivi che hanno indotto lei ed i suoi amici a rompere l’alleanza con i DS? Non le sembra opportuno che prima di ogni cosa andrebbero chiariti ai cittadini questi aspetti e questi dubbi? Eppoi, come mai fino a qualche settima fa i rappresentanti del Suo partito si recavano persino insieme all'ASI per impedire che il Marchingiglio fosse eletto vice Presidente ed ora invece lo sostenete come candidato sindaco?

Enzo Marchingiglio occhio a questi trasformisti.

Consiglieri Fiscella e Bellante se ci siete perché non dite la vostra in merito a quanto affermato dal Brighina?

Amici di AN volete vincere con questi personaggi che producono solo equivoci? Boh!

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo integralmente le motivazioni esposte dall’ing. Penitente.

Occhio al “CAURARUNI”.

Anonimo ha detto...

Bravo Di Stefano, bisogna riportare la politica nel giusto alveo. Basta con l’odio!

Anonimo ha detto...

Se il Candidato Sindaco Aranzulla è contro ogni tipo di accordo non farebbe bene a candidarsi in una lista civica esclusivamente rappresentata da cittadini della società civile, svincolati dai partiti politici?

Come mai, invece, cerca supporto in una lista che, come è stato pubblicamente affermato, discende da una alleanza politica/partitica? Che confusione!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Filippo Granato, che delusione!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Lo sa che a creare l’eventuale dissesto finanziario ha contribuito anche quella consigliera Di Dio, tuttora vice Presidente del C. C. ed oggi tanto osannata dal suo segretario locale dell’UDC?

Come vorrebbe porre rimedio a questo trasformismo?

Con che faccia può attaccare l’amministrazione comunale in carica se sono ancora parte attiva tramite l’appoggio della loro consigliera fino all’ultimo consiglio comunale tenuto?

Filippo, con il segretario locale dell'UDC vi parlate prima di sproloquiare in pubblico? (dite cose completamente opposte!)

Ma è con queste menzogne che volete (?) fare vincere Progetto Mirabella?

Signori del Progetto Mirabella, occhio ai cavalli di Troia!

Anonimo ha detto...

Trovo adesso un secondo per scrivere qualcosa, perchè sono 3 ore che rido.. senza fermarmi per quello che vedo!!!!

Mamma mia i nomi che ho letto...
Viva il Rinnovamento!

Se non fosse morto, tra Di Stefano e Tigano ci sarebbe seduto Mussolini... e allora si che sarebbero c...i

Cmq...
Il programma sembra interessante:

- Anziani al primo posto(be mi sembra giusto visto che sono la maggioranza..... degli elettori)

- Giovani (come fa la canzone? a si "IO NON CREDO NEI MIRACOLI")

- Sviluppo delle attività (mi dite prima quali?)

Adesso vi dico io cosa fare....

SMETTETE DI PRENDERE IN GIRO CHI VI PAGHERà GLI STIPENDI!

DITE LE COSE COME STANNO...
VOGLIO FARE IL SINDACO ECC.. PERCHè HO VOGLIA DI POTERE, MA DI VOI NON ME NE FREGA NIENTE!!!!


P.s. x Filippo Granato:
Ma che te fumatu?

ciao

Rosario ha detto...

Il PM vincerà semplicemente per la forza bruta di tanti partiti che si uniscono a sostegno di un uomo, ossìa Marchingiglio. Falcone ha preso un abbaglio: poteva vincere con una lista fondata sulla società civile (Insieme per Mirabella prima edizione) e invece è sceso a patti col vecchiume. Pagherà caro il successo a breve termine con genuflessioni e ricatti ad oltranza. W u cauraruni!

Anonimo ha detto...

A questo punto non ci resta che aspettare Rasà...

santo ha detto...

lo AVETE CAPITO FINALMENTE E

UN CIAO DA SANTO

santo ha detto...

ciao a tutti devo ringraziare tutte le persone che mi hanno apprezzato e mi hanno scritto tutte queste parole di conforto.

devo ringraziare tutti quelli che mi chiamano al mio cell. e non vi preoccupare non mi diturbate .

devo ringraziare tutti quelli che se mai mi candidero come consigliere comunale mi appoggieranno alla mia candidatura nella lista come sindaco di filippo rasa.

grazie al responsabile del sito perche e un buon sito .

saluto a tutti e per chi vuole chaimarmi al cell. e bene accetto .


348/9353968 ciao da santo

Anonimo ha detto...

Santo se filippo si candida con i DS, fa la minchiata piu grossa della terra... la gente non lo voterà! anzi lo considererà come il comunista... a questo punto meglio che resti a casa senza penzere

Filippo ha detto...

Ma non c'è la speranza di una lista civica senza partiti? Che palle essere sempre schiavi delle segreterie!

Anonimo ha detto...

Qual'è la legittimazione popolare? È una presa x il culo: Aranzulla è solo un agnello sacrificale per legittimare il candidato voluto e imposto dalle segreterie. E Marchingiglio sarà il sindaco che metterà gli assessori voluti e imposti dalle segreterie. E a Mirabella chi ci pensa?

Rasà, non fare minchiate!

Anonimo ha detto...

Fiscella, Tigano, Siciliano: w il rinnovamento e la politica fatta nell'interesse dei cittadini! Serietà, lealtà, competenza: caratteristiche di cui sono indubbiamente in possesso. Altri

anonimo ha detto...

Signori stiamo calmi , chi la detto

che filippo Rasa si candida con i DS .


" tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare " un detto dice.



Poi una domanda a Santo , già vedo altri girare per le strade perche tu Santo e filippo rasà non siete, in giro per le strade a fare campagna ...

Filippo Rasà puoi rispondere ????

Anonimo ha detto...

Se Rasà si candida con i DS, meglio che rimane a casa

Anonimo ha detto...

Voci di piazza danno Rasà candidato solo se sarà l'unico a giocarsela con Marchingiglio. Povero illuso!

anonimo ha detto...

ciao Rasà Filippo sara il prescelto

FIN ha detto...

Come disse un mio carissimo amico/filosofo siracusano:" MA QUANNU MAIIII?"
Rinnovamento....anziani....giovani...rilanciare l'economia.... MA QUANNU MAIII???
Quale economia?? quali imprese? che tipo di rinnovamento??
Sempre le stesse cose che si sentono tutti i giorni anche in televisione,bìvedi prodi o berlusconi....anche loro voglioni rilanciare l'economia,le imprese i vecchi e i giovani.La realtà è UNA...questa gente non ha fatto mai niente per il paese e non farà niente nemmeno in futuro...semplice! perchè prendersi di collera quando già sappiamo come andrà a finire?
Sale uno o sale l'altro....avranno il loro stipendio e noi dopo un pò di tempo ci renderemo conto di averla presa in c***!
Un saluto a tutti

Saretto ha detto...

fin, hai detto bene. Megaprogetti per buttare fumo negli occhi. Purtroppo tanti ignoranti credono ancora alle chimere. Al gestore di questo sito chiedo di non lasciarsi corrompere e dire la verità a noi lettori.

sabrina ha detto...

forza santo al consiglio comunale ......

forza filippo rasà come sindaco




ciao da sabrina