domenica, aprile 15, 2007

La Paranza mirabellese

Cari bloggers,

mancano pochi giorni alla chiusura del termine per la presentazione delle liste elettorali. In queste ore ci sono movimenti strani, colpi di scena, congiure e complotti, le vie del paese sono frequentate fino a tarda notte e le persone si muovano a gruppi ed a scatti come nell’opera dei Pupi.

Un simpatico lettore del Forum-Mirabella che vuole rimanere anonimo, ha descritto la situazione attuale prendendo in prestito la mitica Paranza di Daniele Silvestri.

Amen!

Credevo di aver stretto un’alleanza
Ci vuole una pazienza
Io però ne son rimasto senza
Era meglio allearsi con una credenza
Un fritto di paranza... paranza...paranza

La paranza è una danza
Che ebbe origine in prima rappresentanza
Dove senza concorrenza
Seppe imporsi a tutta la cittadinanza
É una danza
Ma si pensa
Rappresenti l'abbandono di un’alleanza
Dal calvario della mescolanza
Fino al grido conclusivo della mattanza

Uomini uomini c'è ancora una speranza
Prima che un gesto ci rovini l'esistenza
Prima che un giudice dichiari l’insolvenza
Vi suggerisco un ricambio di tendenza
E poi ci vuole solo un poco di pazienza
Qualche mese e nessuno cerca l’alleanza
La panacea di tutti i mali è la coerenza
E poi ci si consola
Con la paranza

La Paranza è una danza
Che si balla quando casca l’alleanza
Quando senza una prudenza
Nella lista vuoi entrar con arroganza
La paranza è una danza
Che si balla a causa dell’alternanza
Quando agli uomini di sostanza
Preferisci affidarti all’apparenza

Non è eleganza
Il movimento di questi uomini di panza
Così da destra puoi scendere a sinistra
Come dal consiglio puoi salire fino in giunta
Un democristiano può morire comunista
e uno di Provincia ti sveglia a notte fonda

No no no non è possibile
Non è raccomandabile
Fare ritorno al luogo originario di partenza
Ci sono regole precise nell’alternanza
E per resistere c'è la paranza

La Paranza
è una danza
Che si balla quando casca l’alleanza
Senza prudenza,
Nè eleganza
Ammiriamo questi uomini di panza

Dimmi che mi voti e che mi ami
Ma quando di allontani
Prima parli e poi mi richiami
In ogni caso è molto meglio se rimani
Se rimandi a dopo le elezioni
Dimmi che mi voti che mi voti
E pure se non vieni
In ogni caso mi appartieni.

2 commenti:

Supersalvo ha detto...

G-E-N-I-A-L-E!
è un'indecenza
questa danza
di persone che si inchiono la panza!

Gattina82 ha detto...

Paranza freestyle house remix ;-)