martedì, aprile 10, 2007

Intervista a Giuseppe Giustolisi



Cari Bloggers,

dopo l'intervista al candidato Sindaco Filippo Rasà, la palla passa all'altro fronte.
A raccogliere la sfida è Giuseppe Giustolisi, giovane consigliere uscente di AN.

La parola al candidato:

1) Una lode e una critica all’attuale amministrazione comunale

Lode è approvazione incondizionata e disinteressata. Difficile trovarne una, da parte di chi in questi 5 anni è stato oppositore al governo della città. Si può affermare che aspetti positivi possono riscontrarsi nella concessione di nuovi loculi cimiteriali, ma è stato costituito un certo abusivismo edilizio e siamo già all’esaurimento degli stessi, quindi problema solo rinviato. Per altri versi si è valorizzato l’Agosto Mirabellese che ha portato migliaia di persone a Mirabella, ma non possiamo realizzarlo a totale carico del bilancio comunale, non possiamo non chiedere nulla all’ATP provinciale, non possiamo realizzarlo senza alcun tipo di finanziamento pubblico e privato.
Al contempo scegliere una critica diventa impossibile, poiché sono a centinaia, c’è stato un distaccamento totale tra istituzioni e cittadino, nessuna forma di trasparenza, si è agito per puri interessi specifici non attuando una politica di servizio. Si è ampliata la pianta organica non fornendo nessuna copertura finanziaria e non fornendo nessun nuovo servizio, il privato è stato mortificato, nessuna iniziativa a sostegno delle piccole realtà economiche locali, si è disatteso costantemente il programma elettorale presentato alla collettività. Nessun impegno rispettato, portati al massimo consenti dalla legge gli stipendi degli amministratori, attuata una turnazione di assessori e di deleghe che hanno inspiegabilmente creato notevole confusione negli uffici e nei cittadini. Il Consiglio Comunale ha perso la funzione di controllo e indirizzo è stato delegittimato da una Giunta Municipale arrogante e inconcludente.
Sono stati in 5 anni triplicati i residui attivi e passivi, che in termini semplici sono i soldi che l’Ente comune avanza o deve dare, arrivando ad una somma stratosferica per Mirabella superiore a 11.000.000 di euro. Ora i passivi (a dare) sono certi, gli attivi (avere) sono verificati?

2) Sicurezza. Nel recente passato si sono manifestati diversi episodi violenti quali la sparizione di alcune persone, nonché diversi atti di rapina a danno di privati cittadini. Quali provvedimenti adotterebbe per migliorare la sicurezza delle persone?

Ampliare la pianta organica e realizzare un concorso per 2 vigili urbani per non affrontare il problema della sicurezza delle persone è a dir poco ingiustificabile.
Necessita un’azione forte di sensibilizzazione per fare uscire il paese da una forma di omertà presente in noi siciliani. Chiedere con forza attraverso i canali della politica che la locale stazione dei Carabinieri espleti le proprie funzioni anche dopo le 20,00 della sera, chiedendo maggiore personale per la copertura dei servizi. Maggiori controlli preventivi. Vengono a Mirabella fatti dall’Ente comune più di 300 contratti d’opera che man mano stanno sostituendo i sussidi economici alle persone bisognose, contratti d’opera finanziati dalla legge regionale 328/00 che prevede un compenso orario di € 5,00 l’ora, possiamo parte di essi utilizzarli per il controllo dei quartieri ed essere di ausilio al vigile di quartiere che va istituito.
Vigili di quartiere che devono verificare sino a tarda notte che la sicurezza dei cittadini sia garantita, vigile di quartiere che attui anche controlli sull’abusivismo edilizio, sullo spreco d’acqua e che eviti ogni qualsiasi forma di piccola delinquenza.
Si attuano molti progetti finanziati, per garantire maggiore gettito finanziario nelle buste paghe dei vigili urbani, senza garantire la sicurezza delle persone e lì che un’Amministrazione Comunale degna di essere tale deve intervenire. Non ci serve personale per controllare che le autovetture siano parcheggiati in Piazza in maniera adeguata, serve controllo nella periferia del paese.
Attuare una politica che eviti ogni forma di piccola criminalità creando corsi di sensibilizzazione ad hoc per i soggetti a rischio, impegnando i giovani in una terapia di gruppo che lo educhi al lavoro che spesso non c’è.

3) Ambiente: la discarica comunale. Un problema o una risorsa? Qual è la sua strategia per il futuro?

Abbiamo cercato in Consiglio Comunale di far uscire, la discarica comunale attraverso la richiesta di un referendum consultivo, da quella che può senza dubbio essere considerata una stupida e sterile speculazione politica. Chi Amministra la vuole, chi è oppositore la contesta e spesso abbiamo assistito ad un cambio di opinione repentino da parte di tanti, sulla questione discarica.
Personalmente contesto l’attuale gestione, perché non può essere considerata una risorsa. Abbiamo raccolto immondizia a tonnellate e li nel nostro territorio sepolta, come una grossa bomba ecologica. Non si sfruttano i bio-gas, non viene trattato il percolato, non viene sensibilizzata la cittadinanza sull’importanza della raccolta differenziata, come può considerarsi una risorsa la discarica. Adesso che è esaurita chi si farà carico dei pagamenti della post-mortem? Dobbiamo sapere che la discarica va controllata sino a 30 anni dopo, la chiusura. Con quali risorse economiche la controlliamo? Con quali risorse economiche smantelliamo il percolato prodotto dai rifiuti? Un progetto per sopravvivere al momento, non è mai un buon progetto.
In 20 righe è difficile parlare sulla strategia per il futuro, ma in ogni caso la mia idea e di realizzare questo benedetto referendum consultivo in modo da vincolare la scelta di tutte le Amministrazioni che nella regola dell’alternanza, si succederanno negli anni. Il cittadino deve essere messo nelle condizioni di valutare tutto e bene, senza forme di pre-concetti, deve conoscere e sapere che i bio-gas che sono dannosissimi se lasciati liberi, trattati chimicamente possono produrre energia elettrica in grado di soddisfare tutto il fabbisogno del nostro paese. Se la discarica diventasse un’industria può anche essere una forma di sviluppo. Ma gli anni passano l’immondizia resta e la bomba ecologica cresce. In molte città basta documentarsi, le discariche, sono linfe vitali, ma non hanno nulla a che vedere con quella di Mirabella Imb., soltanto con un impianto industriale possiamo raccogliere rifiuti e soltanto con il consenso della città si possono cercare i finanziamenti per la realizzazione dello stesso. Comunque è una questione molto delicata che deve essere approfondita.

4) Risparmio energetico e dell’acqua. Quale la strategia da adottare e l’esempio da seguire?

Sul risparmio energetico e dell’acqua mi verrebbe da dire con battuta che non c’è bisogno di nessun intervento politico, tanto ci sta pensando la natura. Abbiamo un grosso problema demografico che va affrontato subito. C’è una perdita di 50 persone annui soltanto tra la differenza data dalle nascite e dalle morti, se ad esso aggiungiamo i giovani che non trovando un’occupazione sono costretti ad andare via si può senz’altro affermare che il paese di Mirabella ha una vita stimata intorno ai 70 anni. Se ci riflettiamo seriamente così è risolto il problema del risparmio energetico.
Stiamo cercando di studiare una soluzione per il problema demografico, quindi speriamo ci sia anche il bisogno di affrontare anche quello del risparmio energetico. Va fatta una grande sensibilizzazione sul privato e sfruttare le innovazioni che consento un risparmio stimato intorno al 30%. Accanto ad esso necessita lo sfruttamento dell’energia solare che consente di avere un duplice effetto, un risparmio di energia elettrica e un abbattimento della tassa sull’acqua. Abbiamo stimato che con la realizzazione di un impianto di panelli solari, è possibile risparmiare energia elettrica che per la maggiore viene consumata a Mirabella per il riscaldamento dell’acqua. Abbiamo votato in Consiglio Comunale una delibera che mette a regime dal 2007 il pagamento dell’acqua attraverso la lettura dei contatori, funzionanti da almeno un anno. Con questo provvedimento e con la giusta sensibilizzazione contiamo di diminuire il consumo dell’acqua che troppo spesso a Mirabella non viene trattato come un bene primario.
Energia alternativa che se le cose vanno in un certo modo può essere ottenuto anche dal trattamento dei bio-gas prodotti dai rifiuti. Serve grande impegno, serve un’Amministrazione in grado di affrontare i problemi seriamente, senza giochi politici, serve quantomeno porre le basi per uno sviluppo economico.

5) Rilancio dell’economia: su quali settori puntare? Come? Con quali risorse?

Senza nessun dubbio secondo me, il settore su cui puntare fortemente per il rilancio economico e la Gastronomia. Ad esso si può legare attraverso un progetto ambizioso lo sviluppo dell’Agricoltura, del Turismo e delle attività artigianali. Le strutture gastronomiche esistenti attualmente ospitano annualmente a Mirabella più di 50.000 persone di fuori. Più di 350 matrimoni annui vengono festeggiati nelle nostre strutture che danno occupazione. Attraverso la realizzazione di un Consorzio è possibile realizzare un’Agricoltura che punta su un prodotto tipico da sfruttare nella gastronomia, gli ospiti dei matrimoni nell’attesa stimata in minimo 2 ore, vanno inseriti in un circuito turistico che valorizzino i prodotti della nostre piccole realtà artigianali.
E’ più difficile a dirsi che a realizzarsi e in questo settore che dobbiamo puntare e sulla gastronomia che dobbiamo investire, non abbiamo bisogno di somme ingenti, possiamo diventare con la valorizzazione del privato la Pergusa del nuovo secolo. Un altro aspetto su cui investire è quello di industrializzare il Carnevale. Sono passati più di 25 anni dalla sua fondazione a Mirabella, siamo rimasti all’età primordiale, non può più essere considerata solo una festa, ma va sfruttata e deve diventare un settore economico rilevante, visto che siamo ancora in tempo per rimanere centrale nel Calatino e non in questo settore. Bisogno fermarlo per uno, due anni, attraverso l’ASI costruire le strutture di lavorazioni e industrializzarlo. Carnevale estivo ed invernale, acquistare degli stand dove le attività economiche possano vendere i propri prodotti, definire un circuito dove farlo, non più per le vie del paese anche per puntare sulla qualità dell’arte della carta pesta.
Anche qui le idee sono chiare senza promesse impossibile come le Terme, che vanno realizzate solo quando Mirabella diventa chimera turistica della provincia di Catania. Non abbiamo templi e mosaici, ma siamo al centro tra la ceramica di Caltagirone, Morgantina di Aidone e i mosaici di Piazza Armerina, se lavoriamo seriamente possiamo rilanciare il nostro paese.

6) Bilancio Comunale: Quali misure propone per ridurre la spesa pubblica e/o i costi della politica in maniera da porre rimedio a questa situazione?

Punterei sulla formazione professionale dei dipendenti comunali, in modo da eliminare in maniera drastica le consulenze e gli incarichi esterni. In 5 anni di opposizione ho prodotto un’infinità di istanze per alleggerire la spesa pubblica, spesso le reazioni sono state durissime e le proposte non hanno ottenuto nessun accoglimento. Incarichi che hanno pesato decine e decine di migliaia di euro alle casse del Comune.
Per quanto riguarda gli stipendi, io non mi sento di fare demagogia politica, aboliamo gli stipendi, poiché mi rendo conto che se un amministratore deve fare il proprio lavoro bene ha bisogno di lavorare tantissimo. Certo se fatto come in questi anni in cui la Giunta è sembrata essere un dipendente aggiunto, non darei nulla, ma se si lavora è giusto retribuire. Io propongo l’indennità di funzione. Se produco 100 e vengo retribuito 5 nessuno fa caso agli stipendi, se produco 0 e vengo retribuito 5 allora c’è qualcosa che non quadra. L’indennità di funzione degli Amministratori consiste nel programmare, fissare degli obbiettivi da raggiungere annualmente, in base al lavoro prodotto e ai risultati raggiunti pagare l’indennità di carica. Può servire anche per stimolare il Sindaco e gli Assessori a portare risultati a casa. Questa mi sembra una proposta sensata che non farebbe pesare più di tanto i costi della politica.
L’Amministrazione Comunale costa ai cittadini € 280.000,00 annui, una somma spropositata, che va ridotta diminuendo i cosiddetti enti inutili, se pensate che per aumentare il livello e produrre una progressione verticale di dipendenti sono stati prodotti circa 12 commissioni di 3 componenti ciascuno con un pagamento di € 2.500 a commissione si può facilmente capire dove intervenire per ridurre la spesa pubblica.

7) Opere pubbliche: le 3 priorità e come intende realizzarle.

Le 3 priorità: strade di collegamento provinciali; strade di campagna; urbanizzazione della zona C6 del PRG la cosiddetta c.da Chinnici;
Non vi può essere nessuno sviluppo della gastronomia non potenziando e non affrontando il problema dei collegamenti con l’esterno, sempre tramite l’ASI (Area di Sviluppo Industriale) di Caltagirone stiamo mettendo in cantiere un P-J per realizzare la strada gatta che collega Mirabella a Gela, arteria stradale di notevole importanza considerato che il 70% degli ospiti della gastronomia sono di quella zona, 36 dipendenti del petrol-chimico di Gela fanno quella strada e anche molte attività artigianali locali lavorano in quelle zone. Sulla Sp 37 è stato proposto un progetto alla provincia regionale di Catania per l’eliminazione di 6 curve rendendo più agevole il collegamento con la super strada CT - Gela, un intervento politico forte serve per mettere in sicurezza la strada che ci collega con Piazza Armerina.
Le strade di campagna vanno ottimizzate poiché necessita un rilancio dell’agricoltura, sulla Finanziaria regionale 2007 sono stati reinseriti i cantieri di lavoro, in quella direzione si deve lavorare per asfaltare tutte le strade di campagne ricadenti sul nostro territorio.
Urbanizzazione zona C6, è stato proposto un mutuo di € 1.400.000,00 in consiglio comunale per la realizzazione della stessa, abbiamo preso l’impegno con un o.d.g. dal sottoscritto proposto di affrontare il problema nei primi 6 mesi della prossima Amministrazione. Non possiamo indebitare sempre il nostro Ente e li che i canali della politica devono muoversi chiedendo visto che non è stato mai fatto, un finanziamento all’Ass. Regionale Lavori Pubblici, per mettere a finanziamento il progetto. In campagna elettorale cercherò di essere più esaustivo.

8) I giovani: le 3 priorità e come intende realizzarle.

I giovani sono la nota dolente di questo paese. Non esiste più nessuna forma di associazionismo, molti dicono soprattutto in campagna elettorale il futuro ai giovani; in Consiglio Comunale 6 su 15 consiglieri siamo stati sotto i 34 anni, una classe politica che ha cercato un giusto ricambio generazionale, ma poca cosa è stato realizzata. Giovani con capacità intellettive invidiabili che in Consiglio hanno elaborato 0 proposte, 0 interventi, 0 iniziative. Tranne qualche eccezione, io non per presunzione mi inserisco in questa categoria, i giovani spesso hanno poca competenza politica. E poi c’è per la maggiore un disinteressamento dalla politica che fa rabbrividire, ed è qui che si deve intervenire.
- realizzare una commissione giovanile permanente dove studiare per bene tutti gli interventi da attuare. Puntare sulle associazioni culturali che impegnino fortemente e politicamente la classe giovanile. Siamo (o dovremmo essere) la linfa vitale del paese, possiamo aiutare le classi meno abbienti, dobbiamo avere una presenza forte nel volontariato, dobbiamo attuare un ricambio politico costante che sappia creare le basi per non abbandonare il nostro paese; per far ciò bisogna anche effettuare dei corsi di formazioni professionali che educano alla politica ed alla vita amministrativa;
Sapete che cos’è un equilibrio di Bilancio? Un Rendiconto gestionale? Sapete leggere i residui? Ecco bene solo quando si ha la conoscenza di questi strumenti si può tranquillamente scendere in campo altrimenti si è gestiti!!… che è una cosa brutta!
- la realizzazione di una radio che informi costantemente la cittadinanza non può non essere affidata a giovani. Il rilancio dello sport agonistico e non, non può essere ottenuto senza l’impegno forte dei giovani, posso sembrare duro, lo sarò sino alla nausea se questo serve per risvegliare il giovane, che non può essere solo l’individuo che va alla Rotonda;
- Il carnevale industrializzato, la gastronomia, lo sviluppo economico, non può esistere senza l’intervento massiccio dei giovani, le pubbliche relazioni in un contesto di sviluppo semplice, ma impegnativo devono essere fatte dai giovani. Non più parole usate o frasi fatte dal politichese, ma sviluppo economico affidato ai giovani, che non possono più pensare al proprio futuro lontano da questo paese.

9) Un motivo per cui gli elettori dovrebbero votarla.

Mi candido in Consiglio Comunale con la Lista Progetto Mirabella poiché al di là di quello che si può pensare è un movimento di partecipazione democratica; perché ho maturato in questi 5 anni la giusta maturità e la giusta conoscenza per dare sino in fondo il mio apporto.
Mi candido perché ho voglia di fare qualcosa di importante per Mirabella, per rimanere nella storia, per risollevarla, per svegliarla e farla uscire nell’apatia in cui è caduta.
Mi candido perché in questi 5 anni ho svolto opposizione producendo 79 Interrogazioni, 25 Mozioni, 18 Ordini del giorno su svariati argomenti, tutti pubblicizzati attraverso un bollettino di informazione politica da me prodotto, inviato 2 volte l’anno a 200 famiglie Mirabellesi, Iniziativa, ne sentirete parlare.
Mi candido perché ho le idee chiare, su ciò che voglio realizzare, forse non sarò bravo a descriverli, ma l’importante è capire il succo!!
Mi candido perché sono giovane ed ho voglia di dedicare il mio impegno alla comunità in cui vivo e in cui voglio far crescere i miei figli.
Mi candido perché è facile fare opposizione, parlare e sparlare di tutto e di tutti più difficile amministrare, bene voglio essere messo nelle condizioni di poter essere giudicato da Amministratore.
Mi candido perché me lo chiede la gente che mi sta vicino, perché credo nel mio partito Alleanza Nazionale, perché sono e rimango coerente con le mie ideologie.
Mi candido per essere giudicato per il lavoro consiliare svolto, mai fuggire.
Mi candido perché sono alternativo alle persone che in 6 anni hanno fatto: 2001 FALCONE – RASA’; 2002 SICILIANO – RASA’; 2004 RASA’; 2006 TURINO – RASA’; 2007 DS RASA’; c’è sempre una costante… rifletteteci.

N.d.R: per postare commenti, è necessario registrarsi qui.

23 commenti:

Gattina82 ha detto...

La sintesi non è la dote principale dei nostri politici, ma almeno qui abbiamo qualche idea. Non lo voterò, ma il ragazzo merita la riconferma. Però una foto più professionale...

Redazione ha detto...

Le pulci della Redazione:

2. Per la nuova figura del Vigile di quartiere, come verranno definite le attività, le competenze e la giurisdizione, quale sarà la loro organizzazione e facendo capo all’ente Comune, come verranno salariati?
2.1. Cosa si intende per “corsi di sensibilizzazione ad hoc per i soggetti a rischio” quali obiettivi si prefiggono questi corsi?

3. La realizzazione di un impianto di produzione di gas combustibile mediante digestione controllata di RSU organici comporta, anni di progettazione, numerose autorizzazioni (concessioni edilizie, valutazioni di impatto ambientale, emissioni in atmosfera, norme antimafia…) e diversi milioni di euro di investimento. Dove è possibile recepire finanziamenti di questo calibro e attraverso quali canali?

4. A riguardo della realizzazione di un parco fotovoltaico vale quanto chiesto alla domanda 3.1. Un Kw di potenza fotovoltaica installata costa circa 7.000 Euro e richiede circa 5mq di superficie. Dove reperire le risorse e gli spazi necessari per la realizzazione?

5. Immaginando di "industrializzare” il Carnevale, come possono due periodi di spettacolo per complessivi 20 giorni all’anno garantire introiti tali da coprire le spese di investimento ed essere considerati fonti di sviluppo economico?

6. Lei dice che “L’Amministrazione Comunale costa ai cittadini € 280.000,00 annui, una somma spropositata, che va ridotta diminuendo i cosiddetti enti inutili”. Quali sono questi “enti inutili”?

6.1. Con quali criteri qualitativi e quantitativi è possibile misurare la performance degli amministratori?

Giuseppe ha detto...

Sig. Giustolisi lei afferma:
"Sapete che cos’è un equilibrio di Bilancio? Un Rendiconto gestionale? Sapete leggere i residui?

io replico Sig. Giustolisi, lei sa cosa è un Supply chain management, un Customer relationship management, un product lifcycle managment... Ecco bene solo quando avrà la conoscenza di questi strumenti potrà tranquillamente scendere in campo altrimenti sarà gestito!!…
Come dire.. la politica ai politichesi, agli altri fungi!!!
Mi sembra troppo ipocrita questa tipo di affermazione, allora mi chiedo che scuola bisogna fare per diventare politico?
Ci sono corsi serali?
vorrei iscrivermi!


Poi continua:
La realizzazione di una radio.....

Ma con quali soldi, lei sa che
oggi tutte le frequenze sono occupate dai colossi, e se trovi un pazzo che vende, come minimo le chiederà almeno 100K€ (vedi radio delfino CT, acquistata da radio deejay per 150K €)

Ma perchè consigliere, non parla di Internet, e di come mirabella sia riuscita a restare al palo, di informazione e non di carnevale che non fa arricchire nessuno tranne che i bar (a mio padre carnevale non serve a niente!), iniziate piano piano, senza fare o meglio dire cose che non potete mantenere
La gastronomia lasciatela fare ai ristoranti.. che non faranno mai i consorzi (per non dividere le entrate)
Puntate sulla conoscenza, sulla formazione, sui giovani di talento!!!! e vedrai che ce ne sono parecchi che faranno di mirabella la fortuna!

per qualsiasi risposta sono disponibile ogni sera su MSN, il mio contatto è:
amuarro@hotmail.com

Ciao a tutti

Giuseppe da Roma!

Gattina82 ha detto...

Ciao Giuseppe (da Roma),
sull'adsl stendiamo un velo pietoso. Se avessimo la banda larga, si potrebbe creare anke una web radio a costo zero. All'università abbiamo radio Zammù!
I nostri politicanti si perdono nelle cose piccole: partono con grandi propositi e non arrivano a nulla.
Le cose che proponi tu non fanno figo, perchè il buon senso in Sicilia non paga!

Giuseppe ha detto...

Ciao Gattina, hai ragione dimenticavo che stiamo parlando di mirabella....
tante parole e pochi fatti!


Per esempio la discarica: l'hanno fatta quelli di destra e se la sono presi con quelli della sinistra...
il carnevale muore a causa della destra e se la prendono con quelli di sinistra....
Quelli di sinistra alzano le tasse e se la prendono con quelli di destra... bohh.. io non ci capisco + nulla...

penso solo che dalle interviste(è un parere personale) si senta sempre la stessa cosa... rasà ha detto 1 e Giustolisi 1+1 adesso interverra marchingiglio e dirà 1+1+1... e alla fine.. non ci capiremo niente e si avranno altri 5 anni (prego la madonna di no) di collasso... e come dice il vecchio sadico Beppe grillo... una volta arrivati a terra potevamo darci la spinta per risalire,, e invece noi abbiamo fatto di + abbiamo voluto scavare nella mer...

Scusate il tono del mio commento, ma non se ne può più di sentire le stesse cose.... ops to ho il programma di 5 anni fa della destra--- non è cambiato!!!allora si continua a ragionare con idee del passato e non del presente...o del futuro...

Ciao a tutti!
ricordo che sono su msn all'indirizzo amuarro@hotmail.com
peppe roma

fabriz2 ha detto...

per diventare un bravo politico devi solo saper rubare ai poveri per dare a te stesso...il resto vien da se...

giuseppe ha detto...

Rispondo a Santo
Mi sono dilungato per cercare di spostare l’attenzione più sui contenuti, che sugli abiti o sulle foto. Sono convinto che solo così possiamo crescere, non sulla fiducia incondizionata!!!
Il mio slogan elettorale è La voglia di impegnarsi…ogni giorno, credo che se invece di speculazioni sterile ci fossero più persone che vorrebbero scrivere il proprio nome nella storia politica locale, Mirabella avrebbe da rallegrarsi. Mai porsi limiti e non è una questione di presunzione, bisogna porsi degli obbiettivi e lavorare sodo per raggiungerli. Ti dirò se 20i politici locali farebbero qualcosa d’importante per essere ricordati, Mirabella avrebbe almeno 20 grandi progetti importanti realizzati, su questo bisogna scommettersi.
In una macchina non conta solo il pilota, hai ragione, ci sono le ruote ed il motore, ma ti vuoi convincere che il tuo pilota, nell’intervista che è specifica non ha fornito nessuna risposta?! Nessuna!!! Ed è pilota! Io ho bisogno di crescere di apprendere ed il mio impegno è massimo e siccome riconosco i miei limiti, non mi candido a pilota, ma a fare il componente di una macchina che ha scelto il suo uomo migliore MARCHINGIGLIO!!!

giuseppe ha detto...

Rispondo a Giuseppe di ROMA.
Sapevo che sui giovani avrei suscitato delle polemiche, era nel mio intento. La mia è solo una provocazione, credo tantissimo nei giovani, ci mancherebbe…, elimina il Sig. Giustolisi mi fa sentire vecchio, senza giovani la società non ha futuro!!
Sulla formazione politica, mica dico una bestemmia, scusami, oggi ovunque si ricerca personale specializzato, formato, Alleanza Nazionale annualmente organizza degli incontri dove si cerca di dare le giuste conoscenze alla classe dirigente futura. Bisogna conoscere la burocrazia che regola gli Enti pubblici, altrimenti le idee, le proposte le iniziative rimarranno solo delle chimere.
Qui non c’è una corsa all’originalità, ma è giusto concentrare le forze per spiegare come portare avanti i progetti presentati alla collettività!
“La Radio” o meglio i mezzi di comunicazione, sappiamo tutti dell’importanza dell’informazione, so benissimo che per la sua realizzazione ci vuole un minimo di 100K€, ma mica ho parlato di Radio Comunale? Un buon Amministratore deve costruire le basi, deve mettere nelle condizioni ottimali il privato di investire. La politica può attivare i propri canali per trovare la frequenza, il Comune può mettere a disposizione i locali e incentivare attraverso la diminuzione delle tessa, visto l’importanza dell’Iniziativa, dopodiché è il privato e il giovane che deve diventare imprenditore.
“Internet” tutti ne parlano, tutti ne parleranno, so anch’io che è il mezzo di comunicazione del futuro e Mirabella non è a passo con i tempi, ma la Telecom non ha fatto rientrare MIRABELLA nel suo piano di espansione, l’unica soluzione cercare di convincere un’azienda privata o anche qui creare le basi per un investimento del privato locale, che abbia voglia di investire nell’ADSL.
Noi di AN stiamo cercando di ottenere una buona soluzione attraverso l’ASI, vedremo anche se ad oggi non siamo in grado di avere alcuna certezza.
La politica è una scienza, amministrare significa intervenire quando il privato non riesce a mettersi d’accordo. Il Consorzio sulla Gastronomia, non viene pensato per ledere gli interessi del privato, i Ristoratori hanno investito soldini, il consorzio servirà per sfruttare economicamente le presenze che la ristorazione porta a Mirabella. Un progetto semplice, ma se funzionante riuscirà a creare qualcosa di importante nel nostro centro. Io ci credo, come credo tantissimo nei giovani, sono convinto come te che Mirabella a tante risorse umane su cui puntare, ma bisogna farli uscire alla scoperta, se devo usare una forma di provocazione non mi tiro indietro, tanto solo il paese può guadagnarci!!!

giuseppe ha detto...

Rispondo alla redazione
Finalmente in questo sito si parla di contenuti più che di contenitori, e su questo che desidero confrontarmi, non sul mio aspetto fisico u sull’abbigliamento, solo così Mirabella può crescere, solo così posso raccogliere e mettermi in movimento per realizzare quando di buono c’è nelle proposte altrui.
2. Bella osservazione sul Vigile di quartiere! Non mi riferisco a delle figure nuove e quindi caricare l’Ente Comune di altro personale. I nostri Vigili Urbani sono già organizzati per quartiere, bisogna dare loro una migliore organizzazione attraverso dei progetti ad hoc che vengono finanziati facilmente dalla Regione Sicilia. Accanto ad essi costruire personale che attraverso la 328/00 possa collaborare con loro. Il nostro Comune stipula contratti d’opera per più di 150 persone l’anno, invece di farli dedicare solo alle pulizie, credo che ci sia la possibilità di impegnarli in un’azione di prevenzione!! Senza costi aggiuntivi, è normale che le competenze non possono essere che di ausilio alle forze dell’ordine! Prevenire è già un passo avanti.
2.1 Corsi per soggetti a rischio, è importante intervenire nelle scuole attraverso corsi di formazione che educano i soggetti alla legalità, è impensabile che in un paese come il nostro molti 14enni la sera ubriachi, girino per il paese come dei vandali che commettono errori come se fosse esclusivamente un gioco.

3. So bene che per un impianto di produzione gas ci vogliono anni di progettazione e ingenti finanziamenti, ma si parlava della questione discarica!! E’ una mia convinzione che solo attraverso la realizzazione dello stesso si può parlare di discarica come risorsa! Solo a quelle condizioni potrei accettare la discarica che contesto allo stato attuale!! Si parla di un finanziamento di più di €5.000.000 per quella che dovrà essere la discarica comprensoriale. Sto cercando di mettermi in contatto con HERA SPA e con altre Municipalizzate leader nazionale nella gestione dei rifiuti, per cercare di capire se vi sia la possibilità o se vi siano le condizione per investire in Sicilia sui rifiuti, solo così a mio modesto parere potremmo avere un tornaconto economico, altrimenti chiusura IMMEDIATA!

4. Anche qui in 20 righe è difficile spiegare tutto, so bene del costo e della superficie che bisogna per realizzare un fotovoltaico. Questo è uno dei casi su cui farei tranquillamente un mutuo d’investimento, poiché ho la possibilità reale di ammortizzare la speso in futuro. Il Comune spende più di 150.000€ di energia elettrica l’anno. Risparmiando su questa somma posso pagare il mutuo. La gestione pubblica deve avvicinarsi molto alla gestione economica familiare…
Per le superfici è normale cercare di non creare un mostro edilizio, ma credo che si posso utilizzare senza un grosso impatto ambientale il tetto del Municipio, delle Scuola Media ed Elementare, del famoso ex carcere, della Mostra del tombolo, dell’ex ufficio di collocamento oggi sede AVIS, sfruttare insomma le strutture comunali cercando incidere minimamente nell’ambiente.

5. Il Carnevale è l’unica festa (ascolta Giuseppe di Roma) che fa muovere tutta l’economia locale, BAR, RISTORANTI, FERRAMENTE, NEGOZI di tessuti, NEGOZI di pittura e così via, industrializzarlo significa affiancare accanto ad esse anche tutte le attività artigianali che possono mettere in mostra i loro prodotti. Industrializzarlo significa non produrre solo Carri Allegorici che se ben fatti possono essere rivenduti, ma fare diventare Mirabella città della carta pesta. Produrre sotto Natale presepi in movimento di carta pesta, produrre i simboli delle varie feste in carta pesta. Realizzare piccoli oggetti in carta pesta per Pasqua e per tutti gli avvenimenti importanti. Non è solo importante la festa di per sé, industrializzarlo significa realizzare una vera e propria industria della Carta Pesta! Io credo in questo progetto e metterò tutte le mie forze in campo per cercarlo di realizzarlo!!

6. Enti inutili, Nucleo di valutazione esiste nell’Ente comune questa specie di commissione che serve per giudicare gli obbiettivi che i vari capi settori raggiungono nel corso dell’anno. Costo € 250 mensili per tre componenti!! Tutti di nomina Sindacale. Solo i capi-settori della burocrazia locale hanno un costo di € 16.000 cadauno (vero santo? dipendente comunale), insomma non influiscono solo gli stipendi dell’Amministrazione Comunale. € 60.000 annui per i due esperti nominati dal Sindaco questi sono meglio dire le spese inutili!
6.1 So che è difficile misurare le performance degli amministratori, ma io credo nel Progetto Mirabella, credo nella partecipazione democratica ed è per questo che proporrò di presentare pubblicamente e semestralmente il programma e il consuntivo dei vari Assessori alla città. Sarebbe una novità assoluta l’indennità di funzione e come ogni cosa nuova ha bisogno di regolamentarsi, vedremo io sono fiducioso.

Confronto sui contenuti, non sui contenitori, soli così Mirabella e la politica locale può fare il salto di qualità. Non ho la bacchetta magica, non ho la presunzione di sapere tutto, non mi sono proposto come pilota in questa consultazioni elettorali, ma ho voglia di fare qualcosa per il mio amato paese. Si accettano anche consigli per migliorare le mie proposte, fatevi avanti!!

Redazione ha detto...

Ringraziamo Giuseppe Giustolisi per la risposta e per la disponbilità a confrontarsi con i lettori del forum.

Avvisiamo gli altri candidati che abbiamo solo 6 slot liberi per le interviste (3 per ogni coalizione) prima della fine della campagna elettorale e che le stesse verranno pubblicate in ordine di entrata e non di "importanza". La data di pubblicazione verrà comunicata al candidato immediatamente, quindi gli spostamenti saranno possibili solo se concordati tra i candidati.

Buon lavoro a tutti,

BC

giuseppe ha detto...

FINALMENTE!!! La società ALCATEl ha iniziato i lavori per conto della Telecom per la deviazione della linea ADSL Caltagirone-Piazza Armerina. Un pò quello che è successo per San Michele di Ganzaria tre anni fa!! Avanti coi tempi è una buonissima notizia, un grazie per l'interessamento e l'impegno a quanti si sono adoperati per ottenere quello che ritengo un risultato importante.
A Giugno i lavori saranno ultimati. Olè. Il Consigliere di tutti Giustolisi.

P.S. Non è campagna elettorale, io non centro niente, voglio solo far conoscere la notizia a tutti gli amici del forum.

Giuseppe ha detto...

Devo dire che Giuseppe rispondendo ai nostri commenti ha guadagnato 1000 punti... ma non per quello che ha detto (che comunque ritengo interessante), ma perchè si è messo a disposizione!
Ti fa onore e devo farti i miei complimenti...

Ci sono cose che non condivido, cose che non credo si realizzeranno mai, e cose che magari inizieranno e non finiranno mai (ma almeno ci abbiamo provato)
Una cosa però devi prometterla ai giovani
VA dai tuoi oppositori e proponi quello che dici... aboliamo il Bipolarismo.. e lavoriamo per Mirabella...
Questo potrebbe essere un'inizio... tutti lavorano per la stessa causa senza AN, MPA, UDC, DDT e candeggine varie!
Che ne pensi? Potrebbe mai funzionare secondo te?
Si potrebbero unire le forze per il rilancio no di AN o del PSI o dei DS, ma di MIRABELLA...+
Sarebbe un sogno...
Fatemi sapere che ne pensate
Ciao
Giuseppe da Roma

Gattina82 ha detto...

Che si rinunci al partitismo è un sogno che rimarrà tale. Ma senz'altro si potrebbe collaborare a livello umano: le ideologie hanno poco senso a livello nazionale, figuriamoci a Mirabella. Per l'ADSL: finalmente! Blokin ha rotto le balle tutto il tempo e almeno ora starà zitto ;-)

Supersalvo ha detto...

Ciao, sono nuovo e volevo fare i complimenti al forum. Giuseppe Giustolisi: meriti veramente rispetto . A differenza di altri che non si degnano di rispondere! Cmq x l'adsl, finalmente! Per la politica, vorrei dire 2 cose: a Mirabella ci sono sempre le stesse figurine che si alternano da una parte all'altra. La cosa che mi fa rabbia, è che queste persone vengono premiate x i loro tradimenti. E tu Giuseppe Giustolisi, ne conosci qualcuno ;-) Ma siccome sia destra che sinistra hanno i loro peccatori, nessuno potrà scagliare la prima pietra! È vero che Turino appoggerà il Progetto Mirabella? E che Siciliano appoggia Rasà? E Matteo Peri cerca Siciliano?

fabriz2 ha detto...

ADSL finalmente ...yuhhuuu....una buona notizi evviva ....

giuseppe ha detto...

Io faccio parte di un partito Alleanza Nazionale, in cui mi riconosco, credo nei suoi ideali e stimo Falcone!
Nei partiti ognuno ha un proprio ruolo ben definito, ed è giusto uscire dai personalismi, che se importanti in alcuni momenti, hanno danneggiato fortemente la politica. Detto ciò io non so rispondere se Turino appoggia o no il Progetto, se Siciliano appoggi o no Rasà, di queste cose non me ne occupo e sinceramente non me ne può fregar di meno.
Io credo fortemente nella regola dell'alternanza, il cittadino deve essere messo nelle condizioni di poter scegliere chi ha operato bene e di bocciare chi ha operato male. Sono certo di una cosa, SONO alternativo alla politica attuata in questi 5 anni! Per me non c'è differenza tra Turino ed i DS o la Margherita, sono tutti soggetti che hanno affossato il paese, tutti corresponsabili. Condanno fortemente i cambi di casacca, come fanno a capire i cittadini un eventuale appoggio a Rasà da persone che hanno partecipato alle primarie di Progetto Mirabella?
Non voglio credere che le 1281 persone che hanno partecipato alle primarie non contino nulla?
Progetto Mirabella non sarà solo un nome di una Lista Civica, sarà una grande scommessa con la città! Non voglio fare retorica o parlare il politichese, ma io ci credo ciecamente e lotterò con tutte le mie forze per far fare il salto di qualità alla politica locale. Coerenza, capacità, impegno, servizio, competenze non devono essere solo slogan elettorali, qui sta tutta la scommessa di Mirabella.
Una piccola risposta a Giuseppe di Roma, 6 mesi fa, io personalmente proposi a Rasà di candidarsi alle primarie e quindi aderire al Progetto Mirabella, così come è stato proposto a Siciliano, a Peri e a chiunque abbia avuto voglia di lavorare per il paese. C'è chi ha aderito e chi no, ma è stata cercata anche la soluzioni di unire le forze migliori di Mirabella. Noi ci abbiamo provato, abbiamo costruito una base importante, vedremo come andrà a finire...
I partiti oggi ed è la mia convinzione servono a garantire la stabilità, i personalismi portano a facili cambi di casacca che nella morale politica non fanno bene. Giuseppe Giustolisi se vorrete sarà sempre al servizio della collettività!

giuseppe ha detto...

Una richiesta alla redazione, ma non si potrebbe inserire in questo sito una piccola chat? Sarebbe ottimale per un miglior confronto diretto!

Redazione ha detto...

Ciao Giuseppe,

grazie per l'idea! Tu intendi una chat in tempo reale (tipo messenger) o un forum nel vero senso della parola? Avevamo pensato ad una soluzione multicanale, dove ogni esponente o raggruppamento politico potesse gestirsi il proprio spazio autonomamente e comunicare con i propri elettori o simpatizzanti in diretta.
Butto giù un'altra idea (per chiunque abbia qualcosa da dire, non solo politici): conoscete la piattaforma Squidoo?
Il link "Tutto su Mirabella" porta li. Potreste farvi un'idea...

BC

Giuseppe ha detto...

Appoggio l'idea della Chat!

fabriz2 ha detto...

evviva la chat....(vai con la chat)

santo ha detto...

avvolte le persone si candidano , per una mangiata di soldi , naturalmente schierandosi dalla parte dei piu' forti e non capendo l'importanza di ciò che deve fare al consiglio comunale ....
ecco come mirabella e arrivata al fondo ....
che cosa meschina , e la cosa piu' meschina siamo noi che diamo il voto alloro ....

forza FILIPPO RASA'

CIAO A GATTINA 82 E DA MOLTO CHE NON LA SENTO ,
CIAO A TUTTI

mirabellese 79 ha detto...

ciao da mirabellese79

mirabellese 79 ha detto...

sera a tutti... di politica non me ne intendo ma so solo una cosa che mirabella invece di andare avanti va solo indietro.....