martedì, luglio 03, 2007

L'acqua in casa senza tubi - di Max Neuland

Cari Bloggers,

Venerdi sera (29 Giugno) ha avuto luogo il terzo consiglio comunale della nuova sindacatura. L’unico punto all’ordine del giorno è stata l’analisi della situazione economica e finanziaria dell’ente comune.

La riunione ha affrontato un tema interessante attualmente molto dibattuto nella nostra cittadina ovvero il bilancio comunale per l’anno 2007 ed i fattori che concorrono alla sua implementazione.

Il consiglio comunale è entrato nel vivo con la relazione del Vice Sindaco Di Stefano che ha presentato a grandi linee la situazione economica dell’ente definendola “disastrosa” ed ha invitato tutti i membri del consiglio ad assumersi le proprie responsabilità politiche preparandosi ad effettuare, nel prossimo futuro, atti politicamente coraggiosi a supporto di misure amministrative drastiche, necessarie per affrontare la attuale situazione di emergenza.

Nella sua esposizione il Vice Sindaco non ha presentato alcun documento formale, ovvero non ha depositato una bozza del documento di bilancio per l’anno 2007. Questo fatto, certamente poco usuale, significa che allo stato attuale, il bilancio dell’ente è in fase di revisione perché non chiude ed il disavanzo è importante.
Successivamente, dopo gli interventi dal tono polemico dei consiglieri Ferro e Giustolisi, il Presidente Aranzulla ha invitato il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, ad intervenire nel dibattito presentando il suo parere tecnico sulla situazione economica dell’ente comune.

Il Revisore dei conti, nel presentare la situazione economica del nostro comune, ha affermato che il collegio da lui presieduto vede con favore una politica amministrativa improntata al rigore finanziario. Lo stesso ha definito il Bilancio Comunale in “disequilibrio” ed ha concluso dicendo che per finanziare in pari la spesa corrente, dovuta in buona sostanza alle dimensioni della macchina amministrativa, le entrate associate alla discarica sono irrinunciabili e contestualmente diventa necessario massimizzare la tassazione indiretta sui cittadini ( Tariffe ICI, Addizionale IRPEF, Tariffe per i servizi urbani).

Dopo un intervento del Consigliere Miraglia che ha invitato il consesso a toni meno “processuali” proponendo come prima misura economica la riduzione al 50% delle indennità di servizio di tutti gli amministratori, tocca al Sindaco tirare le somme della seduta presentando una visione d’assieme dell’ente e della sua situazione economica.

Nel suo intervento il Sindaco afferma senza badare troppo per il sottile che la situazione economica dell’Ente è prossima al dissesto finanziario, che il cumulo delle entrate nelle casse comunali è stato gonfiato (nei fatti il Sindaco ha paventato un caso di falso in bilancio) e che la spesa corrente è fuori controllo con particolare riferimento ai versamenti verso istituzioni terze (KalatAmbiente S.p.A e Banco di Sicilia S.p.A) ed alle spese per il personale e per la gestione della macchina amministrativa (allo stato attuale, tra personale diretto ed indotto, a carico del bilancio comunale risultano iscritti 102 dipendenti, un numero effettivamente eccessivo).

Il Sindaco, nel suo intervento, ha spiegato che per riuscire a chiudere il bilancio comunale sarà necessario, oltre un recupero dei crediti, operare ad una riduzione delle spese fisse, riduzione che non potrà essere indolore (tagli ai servizi sociali e potenziale riduzione del personale dipendente).

Gli stessi argomenti sono stati ripresi, con tono polemico, nel comizio di domenica sera (1 Luglio) in cui con dovizia di particolari il Sindaco Marchingiglio ha sviscerato l’attuale bilancio dell’Ente rendendo noti i singoli capitoli di spesa, spiegando in che modo essi “piegassero” in due il bilancio stesso, e in che modo determinati provvedimenti della passata amministrazione abbiano insistito sulle voci di spesa citate.

In particolare, il Sindaco ha evidenziato il peso del costo del servizio di nettezza urbana (circa 800.000 €/anno), il peso della convenzione con Banco di Sicilia S.p.A per la gestione della tesoreria comunale, ed il peso del costo di stabilizzazione dei 21 dipendenti comunali assunti a tempo indeterminato nel 2004 (circa 360.000 €/anno).

La strategia di risanamento dell’Ente verterà sulla rivisitazione dei contratti di servizio con enti terzi, sulla revisione dei carichi di lavoro dei dipendenti comunali e sulla riduzione del personale amministrativo, riduzione che sarà modulata sull’entità delle entrate derivanti dalla discarica comprensoriale la cui apertura ed attivazione sarà sottoposta a referendum popolare entro la fine del 2007.

A conclusione del comizio, il Sindaco nel proporre la strategia di risanamento dell’Ente getta il cuore oltre l’ostacolo mostrando un certo coraggio politico, affermando che non è interesse della sua amministrazione governare obbligatoriamente oltre l’attuale mandato e che se necessario, saranno adottati provvedimenti duri ed impopolari.

In definitiva, le entrate dovute alla discarica emergenziale (una tantum) sono state utilizzate per un aumento strutturale della spesa corrente associato all’aumento delle dimensioni della macchina amministrativa. Considerando che allo stato attuale le entrate associate alla discarica sono in esaurimento, la spesa attuale non è finanziabile senza dissanguare le tasche dei cittadini, per cui, parafrasando un detto popolare, il nostro comune si è messo l’acqua in casa senza i tubi.

17 commenti:

Annalisa ha detto...

Reputo che sia sbagliato risolvere il dissesto finanziario del nostro comune mettendo a repentaglio la salute di noi tutti.Una discarica ubicata così vicina ad un centro abitato è causa di malattie gravi e incurabili. I nostri amministratori sono tenuti a considerare ciò e a trovare soluzioni meno dannose e che tengano conto del benessere di tutta la comunità.

leone du tiscano ha detto...

Quando si ha mal di denti, si iniziano le cure, se dopo aver curato il dente il dolore persiste si dice via il dente via il dolore.

No alla discarica (senza raccolta differenziata) fonte di inquinamento e potenziali malattie che potrebbero compromettere la salute di tutta la popolazione, (oltre al danno anche la beffa), e considerato che a pagare deve essere comunque la popolazione, via gli esuberi dall'ente che non è un ente di beneficenza.

Molti nostri compaesani meno fortunati e raccomandati sono partiti alla ricerca di lavoro con la valigia di cartone, questi hanno anche la fortuna di potersi trasferire a bivaccare presso altri enti o carrozzoni.

Supersalvo ha detto...

Sono incazzato perchè noi dobbiamo pagare le conseguenze di questa gestione allegra della cosa pubblica. Come cazzo si possono spendere i soldi per minchiate che non servono a nulla?

Gattina82 ha detto...

Bravo Neuland! x Leone: quelli che se ne sono andati erano i fessi, mentre quelli che hanno beccato il posticino statale erano i furbi. Adesso chi vuole mollare la pagnotta? Nessuno! Se si licenziassero 40-50 persone, le cose si rimetterebbero in sesto e si potrebbero fare tanti investimenti veramente produttivi, ma poi vengono i padri di famiglia e che non li si può buttare in mezzo ad una strada e perdiamo voti. Secondo te la sinistra voterebbe a favore? Sicuramente no. Quindi bancarotta e valigia di cartone anche per noi!

Rosario ha detto...

Parliamo chiaro...
Le assunzioni fatte dal passato "governo" sono state fatte semplicemente per aumentare il bacino di voti possibili e non per un reale bisogno.
Quale azienda privata assume in un anno 26 dipendenti?Nessuna a meno che ci sia stato una gran boom economico della stessa.
A Mirabella c'è stato questo boom?
Non credo...
Perchè i paesi limitrofi in questi anni hanno organizzato delle "estati" modeste mentre il nostro comune faceva cose maestose?
E' arrivato il momento di vergare una nuova storia per il nostro comune, è arrivato il momento di uscire gli attributi e fare scelte impopolari ma soprattutto è arrivato il momento di risparmiare!!!!
Se è necessario qualche dipendente andrà in mobilità...
In fondo noi giovani andremo a lavorare sicuramente non a Mirabella quindi perchè gli altri no?

fil ha detto...

Forza rosario, fatti giustiziere...
cominciamo dai vigili, che ne dici?

bastianazzo ha detto...

Se si inizia da una categoria, poi ci si lamenta della parzialità. Si deve procedere con criteri oggetivi e non discutibili. Chi più o chi meno, l'emigrazione l'ha assaggiata.Un pò per uno non fa male a nessuno.

bastianazzo ha detto...

Se dobbiamo dire la verità, abbiamo troppi vigili, ma anche troppi impiegati di poltrona e scrivania e troppi uscieri,segretari,portaborse...

leone du tiscano ha detto...

Ragazzi non è populismo di basso livello, ma bisogna fare di necessità virtù.

Se questa amministrazione non dovesse trovare le risorse necessarie per mantenere il sovraffollamento attuale.

I costi andrebbero a totale carico della cittadinanza con imposte in qualche caso più che raddoppiate.

Immaginate i nostri anziani con 300 o forse 400 euro di pensione, residenti in una abitazione di 150 mq, si troverebbero a pagare circa 500 euro di nettezza urbana un mese e mezzo di pensione.

Tutto questo per mantenere qualche fannullone in più.

Le soluzioni sono poche:

1) Manteniamo l’attuale spesa e occupazione, il comune fallisce arrivano i commissari ci fanno una mega discarica tutta a vantaggio di KALAT-Ambiente, mandano via gli esuberi e riversano tutti i costi sulla popolazione.

2) Non ci interessa niente dei pensionati, (sono un peso) forse per un mese non mangiano e se non dovessero farcela pazienza perdiamo pochi voti.

3) Stimoliamo il Sindaco attuale che anziché dire (prenda nota maresciallo), osi dove altri non hanno osato, dimostrando di non essere attaccato ai voti.

Rosario ha detto...

mmm... Si può iniziare da dove si vuole e sopratutto da dove le regole lo permettono sempre se ce ne sia di bisogno.
Io non godo se qualcuno perderà il posto come qualcuno pensa.
Il fatto che qualcuno faccia riferimento a vigili o meno diventa soltanto una questione personale, come qualcuno la vuole fare diventare... visto che magicamente ha avuto grossi benefici (madri, cugini, amici sistemati)
La verità:
Ci sono servizi più o meno utili...
Ad ognuno di noi il compito di giudicarli.

PS Ci sono delle leggi che indicano
tale procedura, se ci sarà forzatamente bisogno di sfoltire la "rosa" esse la regolamenteranno.

PSS Un ultima cosa, non l'ho dico io che gli impiegati sono in abbondanza lo dice la legge.

"U lupu da malacuscenza chiddu ch dici pensa"

Supersalvo ha detto...

Io vorrei far notare una cosa o forse solo la mia impressione:il sindaco è solo. Gli assessori non sono di grande aiuto o perlomeno, non danno l'impressione di darci dentro. Chi è l'assessore all'economia?Quali idee sta portando in campo per risanare il bilancio?

fil ha detto...

caro Rosario,tu non sei nessuno per giudicare!
Nelle piccole comunità è quasi fisiologico ricevere aiuti per amici e parenti, visto che ci conosciamo tutti...scagli la prima pietra chi è senza peccato. Adesso tutti a fare i moralisti..non si risolvono così i problemi.
Quella dei vigili era una provocazione, io non ho la forza per mettere una famiglia nelle condizioni di emigrare, come vuoi fare tu. Creiamo altri posti e nuove possibilità per chi è gia occupato, non costringiamo altra gente ad emigrare.
Infine Rosario, visto che dovrai emigrare(come dici) non vedo perchè devi costringere altri a farlo..magari un'intera famiglia..
Per favore smettiamola di fomentare vendetta..parliamo di cose pratiche..

Rosario ha detto...

Fomentare vendetta... Io!!!
A me può solo dispiacere se qualcuno può perdere il lavoro...
Ai detto bene creare nuove possibilità!!!
Ma una amministrazione senza denaro può fare qualcosa...
Tu sai, visto che sei al nord, che non è il massimo emigrare e non lo auguro a nessuno, però devi riconoscere che qualche cosa si deve pur fare...
Se si fà la maxi-discarica fra 20 anni i tumori saranno alle stelle, se si va avanti cosi dichiarano il dissensto e ci fanno la discarica!!!
Che dici di fare(parliamo di cose pratiche)??
Spero che si trovino altre soluzioni anche se fino ad esso nessuna "mente" le ha trovate.

PS Fil, cmq sei stato tu a metterla sul personale non io!

leone du tiscano ha detto...

Caro fil nessuno manda via le famiglie, meglio una vecchina con 300 euro di pensione, per sei mesi non mangia paga le tasse e fa la dieta, i furbi mangiano alle sue spalle.

I dipendenti comunali dovrebbero adeguarsi alla normativa nazionale quindi 1 dipendente per ogni 105 abitanti, questo per Mirabella significa avere 59 dipendenti, su una pianta organica di 95 dipendenti non considerando gli altri 22 che paghiamo e non sappiamo perchè

Ma l'assessore provinciale cosa fà, si é forse allontanato nella speranza di restare fuori dalla mischia così lui i voti non li perde.

Assessore la mancanza di parola pesa più di un favore non fatto.

Come mai con un presidente (vice sindaco in campagna elettorale) così capace di trovare le soluzioni non lo utilizzate al meglio.

fil ha detto...

Niente di personale Rosario, anche perchè non so chi sei..
Non penso ci vuole una 'mente' ma soltanto buon senso per risolvere i problemi.
Non mi porrei il problema di come fare a smaltire il personale, ma di come fare per tenerlo sempre al lavoro.
Oggi il problema a Mirabella è che di quei 100 impiegati, la maggior parte non rende come dovrebbe.
Cosa propongo?
Nulla, i politici servono a questo, o forse qualcuno si è dimenticato del proprio ruolo?
Dal canto nostro possiamo far notare le discrepanze con la legge, avanzare proposte o ipotesi, ma non paventare l'ipotesi di una mobilità per il povero disgraziato la cui unica colpa è di aver votato contro (mi spiegate in base a quale altro criterio si vuole operare la riduzione del personale dipendente ipotizzata dall'articolo?).

Supersalvo ha detto...

Come si fa a rendere produttivi 100 impiegati comunali? Mica li puoi mandare a lavorare in fabbrica o in campagna: o fanno il lavoro di ufficio o nulla. Mi sa che strade alternative non ce ne sono. Prima era bello assumere gente, tanto pagava lo Stato. Adesso paghiamo noi direttamente e ci fa male la pancia!

Redazione ha detto...

Per chi volesse emigrare in fretta (da Agosto ad Ottobre): entro le 24 di Domenica ci sono 555.555 biglietti per la Germania disponibili sul Forum a soli 5 Euro più tasse.

Offerta valida anche per semplici turisti o emigranti che rientrano in patria definitivamente ;-)