sabato, settembre 22, 2007

U Munnizzaru

Cari Bloggers,

per vie traverse e in forma purtroppo anonima, ci è giunta questa simpatica poesia, dedicata alla discarica.

Ringraziamo l'autore in attesa di una rivelazione, anche in forma privata.

La poesia può essere scaricata da qui, già formattata, per essere distribuita in forma cartacea.


"U Munnizzaru"

Chi cuntintizza,
simu menzu a munnizza.
Avimu na bella cugnintura,
ri menza Sicilia riva a spazzatura.

Stati tranquilli, nan vi agitati,
ru prefettu sunu autorizzati;
anu avutu puru a facci tosta,
ri na dari, pi scrittu, a risposta.

Che moderna sta discarica!
Che pulita sta discarica!
Che bella sta discarica!
Mirabella è in ricarica.

L’ama ringraziari l’amministraturi,
nanu vulutu fari un fauri,
vogghiu ringraziari veramenti,
a chiddi, chi tuttu chistu ci vinni in menti.

Grazie a cu, pi ni calari u prezzu,
ha fattu di stu paisi un fumarazzu,
Mirabella paisi ri festa e munnizza,
nan staiu ni robi pa ligrizza.

U me paisi pulitu e dignitusu,
ora a munnizza si fa pagari a pisu,
però putimu risparmiari,
e chissu n’ara cunzulari.

Si vai a Cartagiruni,
i camii ‘ncontri a ripigghiuni,
nan si ponu cuntari,
e a vita te guardari.

C’è cu cu a spazzatura ha campatu,
ora menzu na strata l’anu ittatu
u maccarisi si senti comu rifiutu
pirchì ha statu sulu futtutu,
puru chiddu co linzolu ava stinnutu.

C’è munnizza e munnizza,
c’è chidda puzzusa,
c’è chidda pititusa,
e a cu diciva ca “Rinascita” assu purtatu,
sulu u stazzuni na ‘ndutatu.

3 commenti:

Supersalvo ha detto...

Geniale!Santo?

giuseppe ha detto...

bellissima poesia scritta da una bravissima persona e pubblicata anche sul giornalino di Alleanza Nazionale distribuito ai cittadini Mirabellesi, mi pare nel 2004.

Giuseppe Giustolisi

Redazione ha detto...

Ciao Giuseppe, grazie per la precisazione. La poesia è evidentemente riferita alla passata amministrazione, ma dopo 3 anni non ha perso la sua attualità. Speriamo che l'anno prossimo la si possa archiviare definitivamente ;-)

Blochin Cuius