domenica, ottobre 28, 2007

Mirabella-Lanús: un sogno diventato realtà

Cari Bloggers,

ieri si è tenuto il Consiglio Comunale in seduta straordinaria, con un unico argomento all'o.d.g: l'inaugurazione della scuola di lingue "Mirabella Imbaccari - Catania" a Lanús (Argentina) e la visita di una nostra delegazione.

Lanús è un municipio di Buenos Aires che conta circa 450.000 abitanti, popolato da una vasta comunità di italiani e in particolare da mirabellesi.

Nonostante l'emigrazione in Argentina sia stato un fenomeno che ha escluso reali prospettive di ritorno, c'è sempre stato un forte legame di affetti, di ricordi, di nostalgia verso l'Italia. La crisi economica e il passare del tempo, hanno ampliato la distanza che ci separa, ma a volte ci sono quei piccoli episodi, intessuti da un destino benevolo, che ribaltano il corso della storia.

Siamo nel 2001: Matteo Peri si trova a Buenos Aires con la moglie Bianca, per visitare dei parenti. A due giorni dal ritorno in Italia, viene avvicinato da un rappresentante di una associazione culturale di emigrati italiani, composta in gran parte da discendenti di mirabellesi, che porta il nome del nostro paese (Asociacìon Mirabella Imbaccari).
Questa associazione, con i propri mezzi (oltremodo scarsi, perchè in quel periodo l'Argentina si trovava in piena crisi economica), aveva acquistato un terreno e costruito un locale, adibito a sala riunioni e ricreativa. Questa associazione aveva un sogno: realizzare una scuola dove si potesse imparare l'italiano, lingua che purtroppo si è perduta in mille declinazioni dialettali, nonchè soppiantata dallo spagnolo.

Matteo Peri fa proprio il sogno di questa comunità e inizia un incessante lavoro, coinvolgendo l'amministrazione comunale e provinciale.

Dopo sei anni, il sogno si realizza: il prossimo 11 Novembre verrà inaugurata a Lanús, la Escuela de Idiomas "Mirabella Imbaccari - Catania", dove si potrà studiare italiano, inglese e portoghese.

Questa realizzazione, non solo consentirà di riavvicinare la comunità italo-argentina all'Italia, ma sarà anche un motivo di orgoglio e di prestigio per Mirabella Imbaccari.

Il consiglio comunale di ieri è stato in qualche modo, teatro di un piccolo evento storico: i meriti di Matteo Peri, storico esponente della Sinistra, sono stati apertamente riconosciuti dal sindaco Enzo Marchingiglio e dall'assessore provinciale Marco Falcone, entrambi di A.N.

Una cosa che in paese che vive di campanilismi non è per nulla scontata.

Ma il sindaco è andato oltre: ha offerto a Matteo Peri la fascia tricolore per rappresentare ufficialmente tutta la collettività mirabellese in occasione dell'inaugurazione della scuola.

Questa proposta ha lasciato piacevolmente sorpresi e sbigottiti tutti i presenti, compresi i membri dell'amministrazione comunale.
La proposta è stata approvata all'unanimità e accettata da un commosso Matteo Peri, che sarà sicuramente un degno rappresentante di tutti i mirabellesi.

E il fatto di riconoscere con un atto ufficiale e di grande valenza simbolica i meriti dell'uomo, al di la degli schieramenti politici, è forse il segno che qualcosa stia cambiando.

7 commenti:

Rosario ha detto...

Notizia splendida, da tempo non se ne leggevano così sul forum.

Il signor Matteo Peri è un grande mirabellese per l'amore e l'attenzione che ha avuto sempre verso la nostra comunità e la sua iniziativa gli rende merito per l'impegno che lo contraddistingue da sempre.

Un plauso al Sindaco Marchingiglio e all'Assessore Falcone per l'attenzione e la sensibilità mostrata verso questa bellissima iniziativa.

Il signor Peri ebbe una felice intuizione nei primi anni 80: gli scambi culturali con la Germania, iniziativa che purtroppo ebbe vita breve (essi furono il mio punto di riferimento quando iniziai nel 1991 ad interessarmi degli scambi giovanili internazionali con l'associazione Intercultura).

Dobbiamo ripartire da lì...per promuovere Mirabella l'unica cosa valida sono i gemellaggi con comuni di altri Paesi (europei e non), ottima occasione per far conoscere le nostre tradizioni e rafforzare la nostra identità culturale a confronto con altri popoli.

Che ne pensate ?

Costituiamo un comitato per i gemellaggi e muoviamoci attraverso il supporto dell'AICCRE (Sezione italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa).

http://www.aiccre.it/?area=2&sez=10&id=10

Supersalvo ha detto...

Bella iniziativa e bel gesto! Cmq avete notato che questa amministrazione produce manifesti a ruota continua? Se bisogna risparmiare...

giuseppe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
giuseppe ha detto...

Io conosco la persona politica Matteo Peri solo per sentito dire e come mio usu, non oso parlarne. Apprezzo molto, quello che ha fatto per la nostra comunità in Argentina. Per questo motivo sono soddisfatto della scelta del Sindaco, una scelta che non guarda gli schieramenti, ma premia la persona. A quasi 80 anni chi è stato tre volte Sindaco di Mirabella rivestirà anche se per l'occasione la carica di Assessore, una bella cosa no?!. Il Consiglio Comunale in questa legislatura ha approvato 18 atti deliberativi, 12 dei quali all'unanimità e questo è stato uno di quelli.
Non so se qualcosa sta cambiando, ma so, con certezza che ci vuole l'impegno di tutti per non far morire questa comunità. E' il mio auspicio.
Supersalvo vuole fare polemica..., bene i manifesti.
Sono ripetitivi o sono avvisi che interessano la città.
Non ti sembra strano che molti cittadini mi chiedano, ma cos'è questo bando o cos'è questa legge, assegni per nuclei familiari, assegno civico, buoni libri e quant'altro?
Volgiamo parlare, vogliamo confrontarci sui contenuti? o ci fermiamo sul numero dei manifesti?
Gli avvisi, la pubblicità, il contatto con i cittadini è fondamentale per chi vuole essere al servizio della città a mio modo di vedere.
A presto un saluto al forum.

Giuseppe Giustolisi

Supersalvo ha detto...

Capisco la funzione dei manifesti, però è proprio necessario metterne 2 uguali sullo stesso tabellone? Se dobbiamo risparmiare, perchè non usate una stampante a3 e ve li fate voi? Cioè noi, visto che il comune è dei cittadini?

sicanosiciliano ha detto...

Una domanda al forum?? Ma vi risulta che la legge contro il fumo nei luoghi pubblici sia cambiata o ?????? Se no non riesco a spiegarmi come mai sull'autobus della Pam gli autisti fumino allegramente e indisturbati.
A voi forum la risposta....

giuseppe ha detto...

A Super salvo
Stampante A3, inchiostro, supporto cartaceo, si ha una diminuzione dei costi vero, non lo nego, ma non si risolve il problema dell’abbattimento del costo.
Io farei tutto attraverso la rete, comunicazioni veloci che arrivano a casa attraverso e-mail o dal sito internet del comune, ma qui si apre un altro discorso, basato sulla cultura e sul modo di fare dei Mirabellesi.
Se affiggiamo un bando con stampante normale in dotazione comunale, la gente per cultura e modo di fare non legge, quindi perde buone opportunità, lo posso dimostrare con esempi. La scorsa Amministrazione tentò una cosa del genere, risultato comunicazioni non leggibili di cui la gente non ha usufruito.
Penso che questo non sia un buon servizio, se vuoi il comune potrebbe fare una tipografia all’interno, una farmacia comunale, un medico comunale, un fioraio comunale, un ristorante comunale, un negozio di scarpe e vestiti comunali, un tabaccaio comunale, un meccanico comunale e via dicendo, ma qui entriamo in un discorso di ideologia comunista con tutti i pro e i contro possibili, non sto qui a parlare della storia.
Ma comunque mi pare incredibile che si voglia fare polemica a tutti i costi, l’amministrazione comunale va giudicata per il lavoro che svolge, qui è stata data la notizia di una nomina assessoriale che centrano i manifesti?
Sempre a vostra disposizione Giuseppe Giustolisi.