lunedì, dicembre 17, 2007

Attentato...di facciata

Cari Bloggers,

questa notte è successo un fatto increscioso nell'altrimenti tranquillo pueblo di Mirabella: la facciata della casa del sindaco Enzo Marchingiglio è stata deturpata con del lubrificante.
Lo sporco è stato prontamente rimosso, ma permane una domanda: perchè accadono queste cose?

Ricordiamo che questo è l'ultimo episodio di una serie riguardanti i primi cittadini mirabellesi (o attivisti politici) negli ultimi 20 anni: macchina bruciata (allo stesso Marchingiglio), casa bruciata, schioppettata nella veranda, portone bruciato, una serie imprecisata di oliveti e vigneti distrutti nonchè avvelenamenti di cani ed altri animali.

I fattori che spingono a compiere certi ignobili gesti sono i più svariati, ma tutto parte dalla errata concezione del diritto e dei doveri: se il sindaco/assessore/funzionario/impiegato concede, nell'esercizio della propria funzione e nell'ambito di quanto prescrive la legge, un'autorizzazione/certificazione/contributo/sussidio, il cittadino percepisce questo atto come un favore personale.

Se, con le stesse premesse, l'esito è negativo o non tanto positivo per come ci si aspettava, il rifiuto viene interpretato come uno sgarbo personale.

Facciamo un esempio riguardante la solidarietà sociale: se in Germania una persona ha un problema di sussistenza, va dal "Sozialamt", dove la sua posizione viene vagliata da UN impiegato che, verificati i requisiti, concede o meno il sussidio.
Il tutto nel completo anonimato, nel pieno rispetto della dignità e della privacy del richiedente, in un rapporto chiaro tra cittadino e istituzione.

Da noi, in una situazione analoga, prima si va dal sindaco, poi si viene dirottati al capo-settore e alla fine, il tutto approda ad una commissione composta da sindaco, assessore e 7 persone di cui sono stati pubblicati nomi e cognomi (alla faccia della privacy).

Quindi il cittadino non ha un rapporto con una istituzione, ma con delle persone, per le quali può nutrire (ed essere ricambiato) simpatie e antipatie.

Con tutte le degenerazioni del caso!

8 commenti:

Giuseppe ha detto...

Piena solidarietà a Marchingiglio...
Poteva succedere a ognuno di noi..

Rosario ha detto...

che squallore e che tristezza, ci si vergogna di essere mirabellesi... probabilmente il gesto può essere dovuto a un mancato sussidio, ma si dovrebbe pretendere una politica diversa dall'assistenza indistinta data a chiunque la chieda.
Di certo sarebbe meglio attivare politiche del lavoro efficaci e forse situazioni analoghe non succederebbero più.

A tutti gli amici del forum il mio più affettuoso augurio di Buon Natale, momento di pace e serenità da trascorrere in famiglia.

Rosario Scollo

Supersalvo ha detto...

Che tristezza! Condivido in pieno la concezione fasulla che abbiamo del diritto e dei doveri. I primi sono i nostri, i secondi altrui!

Supersalvo ha detto...

Ascoltate questo:
http://espresso.repubblica.it/multimedia/1471644

giuseppe ha detto...

Supersalvo
Ho ascoltato l'intercettazione, Berlusconi non sarà il papa come forse vuole sembrare, ma credo che se prendiamo e mettiamo on-line tutte le conversazioni politiche, ci sarebbe che ridere, dal più piccolo al più grande.
Adesso però, faccio una riflessione personale, credete che ci sia un politico che non abbia fatto questi tipi di conversazioni?
Berlusconi oggi dichiara"Lo sanno tutti nel mondo dello spettacolo in Rai si lavora solo se ti prostituisci o se sei di sinistra".
"In Rai - continua durissimo il Cavaliere - non c'è nessuno che non sia stato raccomandato, a partire dal direttore generale che non è stato certo scelto attraverso una ricerca di mercato".
E allora fanculo tutto il sitema, ma non facciamo speculazioni politiche personali.

Supersalvo ha detto...

Ho letto le intercettazioni di Sottile che in realtà erano molto più piccanti (in pratica questo si è fatto tutte le ragazze della RAI). Il problema è che se ti beccano, dovresti pagare e non uscirtene con il classico "così fan tutti"!

giuseppe ha detto...

Si parla di Berlusconi, intercettazioni e quant'altro, ma nessuno ha fatto caso alla notizia Merendina in cambio di voto baby Sindaco.
La notizia è di per se terrificante, se fosse successo in Sicilia si sarebbe parlato sicuramente anche di condizionamenti mafiosi. Di cosa parlo? Del fatto che un ragazzino delle scuole medie, di un paesino in provincia di Treviso, ha adottato tecniche clientelari per vincere l’elezione alla carica di Baby Sindaco. Mi chiedo da dove avrà appreso la tecnica: da dove trae origine la strategia, quale esempi emula? Sarà tutta farina del suo sacco o è frutto anche del modo con cui viene rappresentata la politica attraverso i mezzi di comunicazione di massa?

Cq questo era un articolo sulla vicenda accaduto al Sindaco e ad Amministratori vari, Noi ti siamo vicino Enzo,Mirabella e il tuo lavoro non può essere fermato da qualche vile gesto.
Il Consigliere Comunale Giuseppe Giustolisi.

Supersalvo ha detto...

In realtà si è parlato tanto dell'intercettazione ma poco del contenuto. Anche in AN si è detto "che vergogna" ma non perchè il padrone voleva comprarsi la maggioranza in senato o gestire la RAI e i suoi dirigenti come sua proprietà, ma semplicemente perchè è stata pubblicata l'intercettazione.
Questa gente non andrà mai in galera, ma adesso abbiamo una ulteriore prova lampante e inconfutabile che l'onestà non alberga nel cuore di certe persone. Non che i DS siano meglio...